gli approfondimenti
Torna agli approfondimenti

Che cibi preferire durante l'estate?

L’estate è la stagione preferita da molti e certamente dai bambini. Belle e lunghe giornate, cambiamenti dalla routine; è anche tempo di vacanze, nuovi ambienti, nuove esperienze. L’esposizione a temperature elevate e la maggiore possibilità di muoversi modificano i fabbisogni di energia e nutrienti. Questo comporta la necessità di aggiustare l’alimentazione per rispondere in modo ottimale alle mutate esigenze estive.
Se la temperatura aumenta, l’organismo procura automaticamente di ridurre la propria temperatura attraverso la sudorazione (l’evaporazione del sudore sulla superficie cutanea assorbe calore corporeo) e la preferenza per alimenti che contengono più acqua, come frutta e verdura cruda oltre alle bevande. L’aumento dell’assunzione di frutta e verdura - ideale quelle di stagione – ricche di minerali e vitamine così utili proprio d’estate, dovrebbe andare di pari passo con la diminuzione dell’assunzione di alimenti più calorici, soprattutto quelli ricchi in grassi e zuccheri rapidi. A pranzo e cena è meglio preferire cibi facilmente digeribili (yogurt, formaggi magri, insalatone, pesce non fritto, carni bianche, ecc.), ricordando di fare una buona colazione al mattino e la frutta a merenda. Bene anche il gelato ma non tutti i giorni!
Attenzione soprattutto alle porzioni: sono importantissime! Con il caldo viene consumata meno energia per mantenere la temperatura corporea (36,5 °C) e quindi i fabbisogni calano. L’estate è un ottimo periodo per aumentare il livello di attività motoria ma questo non coincide con la necessità di incrementare gli apporti di cibo. Pochi i veri atleti e per loro il discorso è diverso ma per la massima parte di adulti e bambini l’incremento di attività fisica è generalmente moderato e aumenti compensatori degli apporti non sono per nulla necessari. Anzi, è un’ottima opportunità per perdere un po’ di scorte in eccesso accumulate nei mesi invernali.