Bambini oppositivi: questione di carattere o vero disturbo

I bambini, già durante i primi anni di vita, manifestano l’esigenza di sperimentare la propria autonomia e mettono man mano in atto i primi tentativi di affermare sé stessi opponendosi alle regole o alle decisioni di mamma e papà. Assistiamo, allora, a momenti durante i quali i piccoli possono mettere alla prova i limiti posti dai genitori, rifiutare le loro proposte, anche attraverso rabbia, opposizione e pianto. Sappiamo che si tratta di una tappa fisiologica nello sviluppo del bambino, ma in molti casi questi comportamenti mettono in difficoltà mamma e papà.

> leggi l'approfondimento

Cosa fare quando i bambini hanno paura

I bambini sperimentano frequentemente ansie e paure; d’altra parte, la preoccupazione per ciò che è sconosciuto o potenzialmente pericoloso è in parte funzionale a garantire sicurezza e protezione: ad esempio, è bene che un bambino abbia paura del fuoco, poiché questo gli permetterà di prestare maggiore attenzione ed evitare scottature. Tuttavia, sappiamo che può accadere che i bambini vivano ansie o preoccupazioni eccessive o immotivate che possono compromettere la loro serenità.

> leggi l'approfondimento

Bimbi: imparare l’autonomia

Durante la crescita il bambino avverte sempre più il desiderio di esplorare l’ambiente che lo circonda e di sperimentarsi. La ricerca dell’autonomia è un processo naturale connesso alla crescita e caratterizzato da ambivalenza: da un lato il bambino desidera sperimentarsi ed essere indipendente, dall’altro a tratti cerca il conforto delle figure di riferimento e, sentendosi ancora piccolo, desidera essere protetto e chiede loro che svolgano le attività al suo posto.

> leggi l'approfondimento

Aspettare un bambino. Come prepararsi ad un nuovo arrivo

Il periodo della gravidanza porta con sé cambiamenti e riflessioni che coinvolgono la coppia che si sta preparando per l’arrivo di un figlio. In letteratura viene sottolineato come, in particolare per il primo figlio, la transizione alla genitorialità è strettamente connessa ad una preparazione psicologica durante il periodo della gravidanza. Infatti, durante i nove mesi di attesa, sono presenti modificazioni fisiche e psicologiche che, se ben affrontate dalla coppia, esitano in una maggior maturità e preparazione dei partner nello svolgere il ruolo genitoriale.

> leggi l'approfondimento

Perché e come stabilire le regole

Sappiamo che è molto importante che i genitori stabiliscano delle regole, poiché in questo modo il bambino sa che i suoi genitori sono in grado di porre dei limiti e di aiutarlo a crescere in modo sereno. Già durante i primi anni di vita i bambini iniziano a esprimere le proprie opinioni e i propri gusti, a volte contrapponendosi con quanto viene loro proposto dai genitori. Se da un lato è importante incoraggiare il bambino nel comunicare il proprio pensiero, bisogna anche che mamma e papà siano in grado di stabilire dei limiti e farli rispettare; i bambini hanno bisogno di sapere che i loro genitori sono in grado di guidarli, limitando i loro comportamenti scorretti o esagerati e contenendo le loro emozioni.

> leggi l'approfondimento

Se il sonno non è sereno: affrontare incubi e altri disturbi

Il sonno è un aspetto molto importante nella vita di un bambino: sappiamo che trascorrere delle serene notti di sonno permette ai piccoli di essere più attivi e allegri durante il giorno. Una buona abitudine al sonno si costruisce fin da piccoli; quando il bambino è molto piccolo una delle principali difficoltà espresse dai genitori riguarda la fatica dei bambini a dormire in modo continuativo, con frequenti risvegli durante la notte. Con la crescita solitamente i risvegli si riducono, ma, in particolare in periodi particolarmente faticosi o stressanti per i bambini, possono presentarsi altri piccoli disturbi.

> leggi l'approfondimento

L’importanza del gioco: quali giochi scegliere e regalare

Il gioco è un aspetto fondamentale dello sviluppo del bambino poiché, oltre ad essere un momento di divertimento e gioia, è il mezzo principale attraverso cui i bambini acquisiscono competenze su sé stessi e sul mondo che li circonda. Sappiamo che il gioco contribuisce al benessere fisico, emotivo, sociale e cognitivo e che favorisce lo sviluppo delle capacità di ragionamento, la cooperazione e la possibilità di affrontare efficacemente situazioni nuove. Il gioco, inoltre, è un importante momento di condivisione e un occasione speciale da trascorrere insieme al proprio bambino.

> leggi l'approfondimento

Passaggio dalla materna alle elementari

Il passaggio dalla scuola materna alla scuola elementare segna un momento importante della crescita dei bambini e può essere vissuto con apprensione sia dai piccoli che dai loro genitori. Con l'inizio della prima elementare i bambini si trovano ad interagire con un contesto nuovo, dove l'attenzione alle regole scolastiche e all'apprendimento sostituisce gli aspetti di gioco e attività vissuti all'interno della scuola materna.

> leggi l'approfondimento